Identifica e previeni i rischi della crisi d’impresa

RISK REPORT ® è un servizio SaaS che fornisce elementi utili a chi amministra,
per poter intervenire sulla condizione economico/finanziaria aziendale anticipando situazioni che potrebbero sfociare in una crisi d’impresa.

Identifica e previeni i rischi della crisi d’impresa

RISK REPORT ® è un servizio SaaS che fornisce elementi utili a chi amministra,
per poter intervenire sulla condizione economico/finanziaria aziendale anticipando situazioni che potrebbero sfociare in una crisi d’impresa.

Vuoi consultare un Report dimostrativo prodotto da Risk Report®?

Vuoi consultare un Report dimostrativo prodotto da Risk Report®?


DocBit Solutions è una società tecnologica nata nel 2017 che fornisce servizi specializzati per la digitalizzazione dei flussi documentali e l’informatizzazione dei processi aziendali alle imprese e ai professionisti più sensibili all’innovazione tecnologica e alla crescita strutturata.
Il processo verso una gestione d’impresa libera il più possibile dai modelli operativi legati alla materializzazione su carta di dati e documenti non è sempre facile e DocBit Solutions si impegna ad accompagnare i propri clienti verso questo obiettivo attraverso soluzioni di project management orientati alle buone prassi digitali.
I servizi e la consulenza professionale di DocBit Solutions sono orientati verso modelli di compliance normativa e mirati a cogliere le opportunità offerte dalla governance digitale.

Partner

StageUp, partecipata da FiBo Spa, la finanziaria del sistema cooperativo di Bologna, si occupa di consulenza di marketing, innovazione e tecnologia anche attraverso outsourcing e temporary management. In ambito tecnologico, l’azienda, in partnership con importanti aziende nazionali e internazionali, realizza soluzioni personalizzate ed offre servizi professionali fulcrati principalmente su business intelligence, applicazioni e servizi web-based, internet of things e blockchain. All’attività di consulenza ha sempre affiancato quella di sviluppo e lancio di soluzioni proprietarie in mercati verticali.

tre persone parlano attorno a uno schermo sospeso


DocBit Solutions è una società tecnologica nata nel 2017 che fornisce servizi specializzati per la digitalizzazione dei flussi documentali e l’informatizzazione dei processi aziendali alle imprese e ai professionisti più sensibili all’innovazione tecnologica e alla crescita strutturata.
Il processo verso una gestione d’impresa libera il più possibile dai modelli operativi legati alla materializzazione su carta di dati e documenti non è sempre facile e DocBit Solutions si impegna ad accompagnare i propri clienti verso questo obiettivo attraverso soluzioni di project management orientati alle buone prassi digitali.
I servizi e la consulenza professionale di DocBit Solutions sono orientati verso modelli di compliance normativa e mirati a cogliere le opportunità offerte dalla governance digitale.

Partner

StageUp, partecipata da FiBo Spa, la finanziaria del sistema cooperativo di Bologna, si occupa di consulenza di marketing, innovazione e tecnologia anche attraverso outsourcing e temporary management. In ambito tecnologico, l’azienda, in partnership con importanti aziende nazionali e internazionali, realizza soluzioni personalizzate ed offre servizi professionali fulcrati principalmente su business intelligence, applicazioni e servizi web-based, internet of things e blockchain. All’attività di consulenza ha sempre affiancato quella di sviluppo e lancio di soluzioni proprietarie in mercati verticali.

uomo e donna ai lati di uno schermo con una grande bilancia della giustizia. L'uomo regge una grande lente d'ingrandimento puntata sullo schermo

Il contesto legislativo

 

Con il D Lgs 14/2019 l’Italia si adegua alle norme di altri paesi europei con uno strumento finalizzato ad anticipare l’emersione della crisi d’impresa e limitare il suo aggravarsi.

Uno tra gli scopi della riforma è infatti quello di evitare che il ritardo nel percepire i segnali di crisi possa poi portare ad una situazione irreversibile.

Al fine di consentire una pronta emersione dello stato di crisi, le aziende dovranno adottare un assetto organizzativo adeguato ai fini della tempestiva rilevazione dello stato di crisi e dell’assunzione delle idonee iniziative.

Tutte le imprese dovranno quindi dotarsi di sistemi informativi e di adeguate piattaforme per poter avere un controllo di gestione dei flussi di cassa, un budget e un piano d’impresa che permettano di rilevare eventuali segnali di crisi e impostare una strategia per riportare in equilibrio economico, patrimoniale e/o finanziario la propria azienda, anche con un apposito piano di risanamento.

In caso di attivazione delle procedure di allerta, le conseguenze civili e penali in capo ad imprenditori, amministratori e organi di controllo saranno molto attenuate rispetto al passato; al contrario invece, risulteranno aggravate laddove questo non avvenga.

Il contesto legislativo

 

Con il D.Lgs 14/2019 l’Italia si adegua alle norme di altri paesi europei con uno strumento finalizzato ad anticipare l’emersione della crisi d’impresa e limitare il suo aggravarsi.

Uno tra gli scopi della riforma è infatti quello di evitare che il ritardo nel percepire i segnali di crisi possa poi portare ad una situazione irreversibile.

Al fine di consentire una pronta emersione dello stato di crisi, le aziende dovranno adottare un assetto organizzativo adeguato ai fini della tempestiva rilevazione dello stato di crisi e dell’assunzione delle idonee iniziative.

Tutte le imprese dovranno quindi dotarsi di sistemi informativi e di adeguate piattaforme per poter avere un controllo di gestione dei flussi di cassa, un budget e un piano d’impresa che permettano di rilevare eventuali segnali di crisi e impostare una strategia per riportare in equilibrio economico, patrimoniale e/o finanziario la propria azienda, anche con un apposito piano di risanamento.

In caso di attivazione delle procedure di allerta, le conseguenze civili e penali in capo ad imprenditori, amministratori e organi di controllo saranno molto attenuate rispetto al passato; al contrario invece, risulteranno aggravate laddove questo non avvenga.

Perchè RISK REPORT ®

Il servizio SaaS RISK REPORT® permetterà di essere compliance con i dettami della Riforma della Legge Fallimentare (D.Lgs 14/2019) che sarà pienamente operativa dal 2022.

Per consentire la pronta emersione dello stato di crisi le aziende dovranno obbligatoriamente adottare un assetto organizzativo con al centro piattaforme come RISK REPORT che possano anticipare la crisi d’impresa e includano strumenti di previsione economico/finanziaria (attraverso bilanci pregressi, flussi di cassa e budget) e, di conseguenza, permettano di impostare tempestivamente una strategia per riportare l’equilibrio economico/patrimoniale.

Uomo con valigetta a un bivio con sullo sfondo un diagramma e un cartello che indica high risk e low risk
un pc portatile uno schermo desktop un tablet uno smartphone tutti raffiguranti diagrammi e grafici. alcuni fogli sparsi al centro

L’algoritmo

RISK REPORT ® è in grado di misurare il rischio di default ottimizzando il processo di rilevazione dello stato di salute aziendale e fornendo una reportistica atta a supportare l’adeguatezza del sistema dei controlli interni (condizione esimente).

L’algoritmo alla base della piattaforma è proprietario ed è stato presentato nel 2016 all’Università di Harvard, e nel 2017 all’International Risk Management Conference – IRMC, nel cui board di presidenza spicca il professor Edward Altman, ideatore dell’indice Z-score e massimo esperto mondiale di rischio di credito.

L’importanza del rating

L’attribuzione di un rating d’impresa misura il grado di solvibilità di un’azienda e valuta la capacità della stessa nel generare risorse sufficienti a ripagare i propri creditori (merito creditizio).

Oltre a questo importante aspetto, il rating d’impresa definisce la probabilità di default e l’eventuale stato di insolvenza che spesso si trascura e minimizza le aspettative di rischio.

un uomo regge una lunga freccia rossa sullo sfondo di un grafico e alcuni simboli che ricordano ingranaggi

Perchè RISK REPORT ®

Il servizio SaaS RISK REPORT® permetterà di essere compliance con i dettami della Riforma della Legge Fallimentare (D.Lgs 14/2019) che sarà pienamente operativa dal 2022.

Per consentire la pronta emersione dello stato di crisi le aziende dovranno obbligatoriamente adottare un assetto organizzativo con al centro piattaforme come RISK REPORT che possano anticipare la crisi d’impresa e includano strumenti di previsione economico/finanziaria (attraverso bilanci pregressi, flussi di cassa e budget) e, di conseguenza, permettano di impostare tempestivamente una strategia per riportare l’equilibrio economico/patrimoniale.

L’algoritmo

RISK REPORT ® è in grado di misurare il rischio di default ottimizzando il processo di rilevazione dello stato di salute aziendale e fornendo una reportistica atta a supportare l’adeguatezza del sistema dei controlli interni (condizione esimente).

L’algoritmo alla base della piattaforma è proprietario ed è stato presentato nel 2016 all’Università di Harvard, e nel 2017 all’International Risk Management Conference – IRMC, nel cui board di presidenza spicca il professor Edward Altman, ideatore dell’indice Z-score e massimo esperto mondiale di rischio di credito.

L’importanza del rating

L’attribuzione di un rating d’impresa misura il grado di solvibilità di un’azienda e valuta la capacità della stessa nel generare risorse sufficienti a ripagare i propri creditori (merito creditizio).

Oltre a questo importante aspetto, il rating d’impresa definisce la probabilità di default e l’eventuale stato di insolvenza che spesso si trascura e minimizza le aspettative di rischio.

Valutazione della continuità aziendale (ISA 570)

Rappresenta un questionario valutativo per la continuità aziendale

Riclassificazione bilanci

Rielaborazione degli indici in ottica di un’analisi ottimizzata
d

Risk report index

Rappresenta l’indicatore sintetico della consistenza e della rischiosità di una società

indici di bilancio

Analisi dei principali indicatori e indici di gestione (ROI, ROS, ROE, PFN, ecc.)

U

analisi indicatori cndcec

Analisi secondo gli indicatori elaborati dal Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti Esperti Contabili

budget di tesoreria e dscr previsionale a 6-12 mesi

Analisi dei Flussi di Cassa Attualizzati con il calcolo dell’indice DSCR (Debt Service Coverage Ratio)

dashboard e grafici

Cruscotto informativo dei dati di output
Z

report certificato

Il report prodotto viene cristallizzato tramite l’apposizione di marca temporale e firma digitale

l

ampia profilazione utenti

possibilità di profilare più utenti, anche esterni alla struttura

w

consulenza professionale

Valutazione della continuità aziendale (ISA 570)

Rappresenta un questionario valutativo per la continuità aziendale

d

Risk report index

Rappresenta l’indicatore sintetico della consistenza e della rischiosità di una società
U

analisi indicatori cndcec

Analisi secondo gli indicatori elaborati dal Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti Esperti Contabili

Riclassificazione bilanci

Rielaborazione degli indici in ottica di un’analisi ottimizzata

indici di bilancio

Analisi dei principali indicatori e indici di gestione (ROI, ROS, ROE, PFN, ecc.)

budget di tesoreria e dscr previsionale a 6-12 mesi

Analisi dei Flussi di Cassa Attualizzati con il calcolo dell’indice DSCR (Debt Service Coverage Ratio)

dashboard e grafici

Cruscotto informativo dei dati di output
l

ampia profilazione utenti

possibilità di profilare più utenti, anche esterni alla struttura

Z

report certificato

Il report prodotto viene cristallizzato tramite l’apposizione di marca temporale e firma digitale

w

consulenza professionale

ingresso dati

Il caricamento prevede diverse modalità di inserimento dati, da quella semplificata a quella sintetica fino a quella analitica

analisi qualitativa

Un questionario qualitativo analizza il profilo di rischio dell’azienda riscontrando eventuali anomalie in ambito gestionale, contabile e organizzativo

schermo pc con persone che maneggiano oggetti grafici

analisi quantitativa

Riclassificazione degli schemi di bilancio (Stato Patrimoniale e Conto Economico), elaborazione degli indicatori primari di redditività (KPI) e del budget di tesoreria

Modello di rating

Il modello di rating è elaborato attraverso l’Algoritmo proprietario Risk Report, presentato presso l’Università di Harvard

TEST CNDCEC

Il giudizio finale è integrato con gli indicatori proposti dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (CNDCEC)

produzione report

Possibilità di produrre un report certificato, statico e non modificabile, grazie all’apposizione di firma digitale e marcatura temporale; valore aggiunto nel caso di presentazione del report a soggetti terzi

Pricing

I servizi di RISK REPORT ® sono erogati con canone annuale.
È possibile personalizzare le licenze aggiungendo moduli opzionali (servizi di accounting, gestione in outsourcing, import dati, data entry, licenze multiple e molto altro).
Scegli RISK REPORT ® per avere un’offerta tra le più competitive sul mercato di riferimento.

Pricing

I servizi di RISK REPORT ® sono erogati con canone annuale.
È possibile personalizzare le licenze aggiungendo moduli opzionali (servizi di accounting, gestione in outsourcing, import dati, data entry, licenze multiple e molto altro).
Scegli RISK REPORT ® per avere un’offerta tra le più competitive sul mercato di riferimento.

Contattaci per ottenere una demo personalizzata o per ulteriori informazioni

Mail

 info@riskreport.it

Telefono

Tel. 051 0068595

Sede Operativa

Via Augusto Pulega 1, 40133 Bologna

Contattaci per ottenere una demo personalizzata o per ulteriori informazioni

4 + 1 =

    Mail

           info@riskreport.it

     Telefono

           Tel. 051 0068595

     Sede Operativa

           Via Augusto Pulega 1,

           40133 Bologna